DDR

DDR – BRD, Sparwasser e le due Germanie al Mondiale

C’era una volta la DDR, c’era una volta un muro e c’era una volta il mondo diviso in due.
C’è chi è diventato comunista per un gol, senza rendersene conto, si schierò, con un sussulto, un istante al minuto 76 , del 22 giugno 74′, con due Germanie sul campo.
Ci fu chi si mise a guardare con simpatia quelli dell’est, quelli più poveri, meno famosi.
Quelli sempre in difesa a difendersi per la maggior parte della partita, da Muller, da Bonoff, Breitner, Beckenbauer…
Quelli con la maglietta blu, con pochissimi tifosi e senza molti riflettori.. diciamo come noi..
Se noi che stiamo leggendo ora, fossimo stati la avremmo visto questo, due squadre, due pensieri, due modi di vivere divise da un muro.

Attacco manovrato contro veloce contropiede, uno 0-0 da “Guerra fredda”, un movimento di pedine con le due compagini tedesche a non mollare per nessun motivo la partita.
Manca un quarto d’ora scarso alla fine, quando il “sogno Proletario” si avverò, Sparwasser con una serie di finte in velocità salta Vogts e Beckenbauer e scaglia un tiro al sette che batte Meier.
DDR in vantaggio.
I tedeschi dell’est avanti, nel derby del muro di Berlino.

Il gol di Sparwasser, video presente sul nostro canale Youtube.

I “padroni” di casa sotto contro i più poveri, i meno belli e famosi..
Ma non finisce qui ci proveranno a pareggiare, una volta, due.. ma niente, l’arbitro uruguaiano fischia la fine.
DDR 1- BRD 0, primo posto nel girone.
Un match che si scrisse, si scrive e si scriverà per sempre.
Il premio Nobel per la letteratura Gunter Grass dirà anni dopo: “il gol di Sparwasser fece scricchiolano il muro.”
Io penso invece che la vittoria della DDR, abbia scandito la storia dei Mondiali e la sua unicità è stata la sua epopea calcistica, trasformandola in un Manifesto di pensiero calcistico che riecheggerà per sempre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *