BUM Ucraina

In arte Sheva

“Giocatore fortissimo fisicamente, veloce, rapido nel dribbling. E’ in possesso di fantasia, calcia bene con entrambi i piedi, fa gol, forte nel gioco di testa. Gioca su tutto il fronte d’attacco,  sa chiamare la profondità come pochi giocatori. Considerando la sua giovane età sono rimasto impressionato per la sua facilità di gioco. E’ un giocatore emergente. Superfluo aggiungere altro: E’ DA MILAN”. (osservatore del Milan al termine di quel famoso Barcellona-Dinamo Kiev 0-4)

Ebbene, non esiste preambolo migliore per descrivere pienamente ed in tutte le proprie sfaccettature possibili uno dei più grandi di tutti i tempi. Nessun rapporto e nessuna osservazione sarebbero riusciti nell’intento di narrare meglio il profilo di un calciatore che non soltanto ha fatto la storia del calcio di stampo sovietico in generale. Seppure chi scrive nutra sin da piccolissimo una passione viscerale nei confronti del connubio formatosi nel lontano 1899 tra il rosso ed il nero, non avrebbe timore alcuno di perdere oggettività il fatto che, in questo caso particolare, ci si trovi di fronte ad uno dei migliori calciatori che abbiano varcato l’uscio del calcio italico, un uomo che ha contribuito per ben sette anni a scrivere pagine indelebili nella storia del diavolo meneghino.

Qualora tale articolo non si soffermasse abbastanza sulle sue qualità tecniche, è perchè su codesto argomento sono già stati versati fiumi interminabili di inchiostro. L’intenzione è quella, al contrario, di volgere uno sguardo attento alla personalità di un grande giocatore la cui memoria di tifosi ed appassionati non si è, in effetti, mai arrestata esclusivamente sulle sue doti, fattezze senza ombra di dubbio alcuna di tutto rispetto, ma su una personalità che in conti fatti costituisce l’anima pulsante di un atleta prima e di un calciatore poi.

Ciò che ha sempre contraddistinto e nettamente differenziato l’attuale CT della Nazionale Ucraina (in cooperazione con l’italianissimo Mauro Tassotti) dal resto dell’èlite calcistica di quel tempo è stata la parola versatilità, un termine troppo spesso colpevolmente sottovalutato. Per quale motivo? Forse perchè un colpo di tacco balza all’occhio in maniera senz’altro più incisiva rispetto ad una chiusura in fase difensiva. Tuttavia, se è vero che anche l’occhio desidera periodicamente che gli venga conferita la sua parte di onori e di gloria, è altrettanto vero che a nulla servirebbe un gioco di prestigio senza una mente talmente brillante e pregna di dedizione come quella che ha disegnato i connotati di Sheva durante tutto l’arco della sua carriera. Andrij è stato il più forte di tutti senza avere il piede onnipotente di Roberto Baggio, senza essere in possesso della miracolosa visione di gioco di Pirlo ed in mancanza delle straripanti doti fisiche di Gullit. E’ stato il più forte di tutti perchè, tramite l’impegno e la professionalità che gli son sempre stati riconosciuti, è riuscito a costruire il proprio profilo assemblando tra loro abilità che hanno fatto di lui il prototipo del centravanti moderno, quello di cui ad oggi vi è una miserrima ed apparentemente inguaribile carenza.

Il Pallone D’Oro del 2004, la Champions League vinta nel 2003 ai danni della Juventus, le due volte da capocannoniere in Serie A rappresentano dati, per carità, meritevoli di essere attenzionati, ma non ancora bastevoli. Come in un quadro grezzo, desideroso di ricevere sfumature dei colori più disparati, a Shevchenko deve essere resa giustizia incorniciando non le reti gonfiate, e nemmeno i trofei alzati, ma la mentalità. Un atteggiamento, una concezione di questo sport straordinario, che hanno infranto qualsiasi confine nella normalità, immettendosi in un indelebile che, oltre che riempire la bacheca di Casa Milan, ha colmato di orgoglio e di lacrime di gioia chi, come me, ha avuto l’onore ed il privilegio di vederne le gesta, gioendo dei suoi gol ed ammirandone l’indomabile spirito combattivo slavo. Intramontabile.

Danilo Ciocca

2 Replies to “In arte Sheva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *