Russia

The soldier’s tango

Di Gas Stallone

Immerso nella paranoia più totale,tra TG, speciali vari e film che si vedono durante le vacanze natalizie. Questo è lo scenario.
Ho sclerato e davvero tanto.
Sono siciliano e diciamo che questo stato di quarantena poco si addice alla mia indole mediterranea.. ma comunque rimango civile e a casa.
Quindi ho deciso di raccontarvi una favola Post- Sovietica.
Il tango dei soldati….
La conoscete?!?

È la favola del CSKA Mosca che il 4 novembre ’92 , eliminò il grandissimo Barcellona campione d’Europa in carica al Camp Nou.
Quel Barcellona , il Dreams team di Cruijff.. lo ricordate?!? Zubizarreta, Nadal, Abelardo, Guardiola,Koeman, Laudrup, Stojchkov.. beh credo di aver reso l’idea..

L’andata dei preliminari si giocò in Terra di Russia, a Mosca, Stadio Lenin per la precisione.
Un 1-1 che diciamo soddisfa entrambi le parti.
Preciso che il CSKA Mosca di allora aveva vinto il suo primo campionato dopo 21 anni, aveva calcato i campi della serie b Sovietica, non era la squadra degli ultimi anni contemporanei.
Questo perché l’armata Rossa aveva concentrato i soldi ( pochini) in altri sport, basket, hockey su ghiaccio… Siamo nel 1992 in pieno caos politico- finanziario post Unione Sovietica ricordatelo..

Quindi il ritorno. Comincia con due schiaffi Catalani al CSKA, un uno- due blaugrana firmati Nadal e Beguiristain.
Una mazzata che avrebbe ammazzato qualsiasi squadra… Ma verso il finire del primo tempo un difensore, Yevgeni Bushmanov dimezzò il risultato.
Squadre negli spogliatoi.
Ma il secondo tempo è quello che non ti aspetti.
In 3 minuti, tra il 57′ e 60′ Maskarin e Karsakov pareggia e sorpassa il Dreams team di Cruijff, gettando in confusione prima e nella disperazione poi i catalani.
Barcellona campione in carica eliminato, CSKA Mosca ai gironi Champions. È gloria Post- Sovietica.
L’indomani il giornale dell’armata Rossa, Krasnaya zvezda pubblica in prima pagina con questo articolo per omaggiare il CSKA e i suoi giocatori affibbiando loro questo soprannome: il tango dei soldati.
Una vera e propria impresa!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *