Bielorussia BUM

Promesse a centrocampo: Tweh, frangiflutti in Bielorussia

Abbiamo parlato, poco tempo fa, di Momo Yansane come giovane africano in rampa di lancio in Bielorussia. Oggi parliamo di un altro africano, nato a Monrovia, che è la capitale della Liberia, nel 1998 e questa è la seconda stagione in cui ha le chiavi del centrocampo dell’Energetik-BGU Minsk, società che negli ultimi anni sta lanciando diversi giovani e che in questa stagione sta sorprendendo un po’ tutti per gli ottimi risultati.

Energico centrocampista, ha un’ottima lettura del gioco, che gli permette di interrompere spesso e volentieri le azioni avversarie: collega inoltre egregiamente attacco e difesa grazie ai suoi lanci profondi che colgono impreparate le difese avversarie. Nello stretto non perde la calma e riesce, in un fazzoletto, a dribblare gli avversari gestendo molto bene la pressione e facendo ripartire la sua squadra.
Grazie anche a lui l’Energetik lo scorso anno ha disputato un’ottima stagione dopo 14 anni di assenza in massima serie. Quest’anno sembra le cose vadano ancora meglio nonostante la partenza di bomber Shkurin, acquisito dal CSKA Mosca.

Abbiamo fatto due parole con David: nulla di eccezionale, ma eccole qui!

David Tweh contro il BATE
David Tweh contro il BATE

Ciao David, grazie per questa intervista. Hai avuto un buon inizio di stagione con la tua squadra, l’Energetik-BGU Minsk, e sei in cima alla Visshaja Liga. Quali sono i tuoi obiettivi e quelli della tua squadra per questa stagione?
Il nostro obiettivo in questa stagione è fare il massimo in ogni partita per vincere più incontri possibili.

Sei arrivato in Bielorussia l’anno scorso, nel 2019. È stato difficile adattarsi? Come ti ha scoperto l’Energetik?
In realtà sono stato scoperto dal mio agente.

Sei arrivato in Bielorussia dalla Liberia, il tuo Paese natale. Lì hai vinto due campionati. Com’è il calcio in Liberia? Puoi dirci le principali analogie e differenze con quella bielorussa?
Onestamente il calcio in Liberia non è molto diverso dal campionato bielorusso, non ci sono differenze così importanti. Quella principale è sicuramente il clima: in Liberia la temperatura è molto più elevata ed è praticamente sempre sereno, in Bielorussia no.

Hai giocato alcune partite con la nazionale senior, ma c’è molta competizione. Pensi di poter diventare un titolare fisso nei prossimi anni?
Sicuramente spero di avere presto più minutaggio in campo, lo spero.

L’anno scorso hai giocato con Ilya Shkurin che è diventato il capocannoniere della Bielorussia League. Ora è a Mosca con CSKA. Pensi che possa fare cose buone anche nella Lega russa?
Certo, ha grandi qualità ed in Russia può sicuramente dimostrarle e fare ancora meglio.

A quale giocatore ti ispiri?
Se devo essere sincero nessuno, non ho nessun giocatore che prendo come esempio.

In Italia, la Liberia è famosa soprattutto per George Weah, che ora è il tuo presidente. Cosa ne pensi di lui? Sia come giocatore che come uomo.
Era un giocatore estremamente forte, era un grandissimo individualista.

Cosa mangi di solito?
Di solito mangio riso e pollo, pasti da atleta.

Qual è il tuo paese preferito escluso la Liberia?
Il Belgio.

David Tweh contro l'Isloch.
David Tweh contro l’Isloch Minsk
Matteo Baltico
Amo il calcio e tutto ciò che concerne l'Est Europa, tanto che ho deciso di fondare questa pagina nel luglio del 2018. Amo parlare di questo tipo di calcio, ma adoro questo magnifico sport senza nè limiti e confini spaziando dal Laos sino a Cuba. Fin qua nulla di speciale, ma quanta gente conoscete che guarda il campionato kirghizo e tagiko? Ecco, ne avete trovato uno...
https://www.facebook.com/matteo.baltico.5?ref=bookmarks

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *