Asia Centrale Kazakistan Russia

Vagner Love ad Almaty cullando il sogno Champions League

Vagner Love a giugno ha firmato per il Kairat Almaty, formazione kazaka. Eppure sembrava molto vicino ad un ritorno clamoroso al suo CSKA Mosca, dove aveva segnato 124 gol in una decina di stagioni.
Il playboy brasiliano, soprattutto, aveva vinto diversi trofei: 3 campionati, 6 coppe e la storica coppa UEFA. Questa era la prima per una squadra russa e Vagner timbrò in finale.
Lasciò poi il CSKA Mosca per i milioni cinesi, girovagando poi tra il suo Brasile, la Francia e la Turchia.

Torniamo a noi: Vagner come detto firma per il Kairat Almaty, società kazaka che in passato aveva portato anche Arshavin e Tymoschuk nel paese. Il Kairat era stato in epoca sovietica l’unico club kazako a militare in massima serie e per questo ancora oggi è il più tifato del paese.
Si poteva pensare che il buon Vagner, ormai 36enne fosse andato ad Almaty solamente per svernare ed invece il brasiliano ha contribuito a suon di gol ed assist al titolo, che mancava dal 2004. Vagner, ormai senza più le celeberrime treccine blu, ha giocato 13 partite e siglato 7 reti.
Il campionato kazako è durato solo 20 partite. A causa del Covid ha infatti avuto un formato ridotto, con solo 11 squadre complice il ritiro dell’Irtysh Pavlodar, ed inoltre è stato a porte chiuse.
I gialloneri han comunque chiuso la pratica con 3 giornate d’anticipo, senza grossi problemi.

Sicuramente per il titolo è stato fondamentale un altro fattore: il crollo dell’Astana. Il club della capitale ha avuto nelle ultime stagioni una gestione piuttosto inadeguata e complice il taglio di fondi avuto dalla proprietà il calo è stato inevitabile. Il club di NurSultan, capitale kazaka, aveva vinto ben 6 campionati consecutivi ed aveva persino raggiunto la fase a gironi di Champions League, perdendo solo 2 partite alla fase a gironi.

Già, Champions League… noi abbiamo un sogno: Vagner Love che porta il Kairat Almaty alla fase a gironi per la prima volta nella sua storia!
Anche se purtroppo, vista la riforma e le sempre più crescenti difficoltà in campo europeo per le formazioni kazake, firmeremmo per una semplice qualificazione ai gironi della Conference League, la neonata competizione europea chiamiamola di “terza fascia”.

Matteo Baltico
Amo il calcio e tutto ciò che concerne l'Est Europa, tanto che ho deciso di fondare questa pagina nel luglio del 2018. Amo parlare di questo tipo di calcio, ma adoro questo magnifico sport senza nè limiti e confini spaziando dal Laos sino a Cuba. Fin qua nulla di speciale, ma quanta gente conoscete che guarda il campionato kirghizo e tagiko? Ecco, ne avete trovato uno...
https://www.facebook.com/matteo.baltico.5?ref=bookmarks

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *