DDR

Cherif Souleymane, uno schiaffo ai pregiudizi nella DDR degli anni ’60

Cherif Souleymane viene portato in trionfo dai tifosi del Neubrandenburg 04 dopo aver vinto la DDR-Liga (serie B della Germania dell’Est) 1963-1964. Al di là della storia, che vi racconteremo a breve, volevamo subito farvi pensare a questo: un ragazzo di colore portato in trionfo in Occidente ben 56 anni fa. Questo è davvero incredibile. Consideriamo che in quello stesso periodo negli USA le leggi razziali erano ancora in vigore, in Italia al Nord molte persone non affittavano case ai meridionali ed in Sudafrica l’Apartheid sarebbe cessato d’esistere solo dopo una trentina d’anni. Insomma, bell’immagine non solo dal punto di vista sportivo.

Detto questo, Cherif, guineano, arriva in Germania Est a solo 17 anni, nel 1961, per imparare a fare l’idraulico. Nel mentre, inizia a giocare nel Neustrelitz, per poi passare al Neubrandenburg 04, club di seconda serie che nel giro di un paio di anni riesce ad arrivare in massima serie. Il giocatore dopo la promozione torna però nel suo paese natale ed in Oberliga il Neubrandenburg arriva penultimo, dopo aver disputato la sua prima ed ultima stagione in massima serie. Il club oggi è poi fallito, per poi essere rifondato nel 2004 e milita nelle leghe inferiori tedesche.

Il ritorno in Guinea

Per Cherif la storia è ben diversa: come detto torna in patria e vince ben 12 campionati in 15 anni con l’Hafia, oltre a raggiungere 5 volte la finale di Coppa dei Campioni, vincendone 3. Nel 1972 riesce a vincere il Pallone d’Oro africano, primo ed unico Guineano nella storia. Con l’Hafia, che oggi è il secondo club più titolato del paese nonostante non vinca un campionato da 35 anni, ha segnato quasi 100 gol in ben 450 presenze.
Oggi è direttore tecnico della Federazione Guineana.
L’unico rammarico in carriera? Non essere mai riuscito a vincere una coppa d’Africa. Fu sfiorata più volte, soprattutto nel 1976 quando fu raggiunto un secondo posto, pur senza mai perdere una partita. All’epoca infatti c’era una fase a gironi e non una finale in gara secca.

Souleymane festeggia con i compagni guineani.

Avreste mai pensato che uno dei giocatori guineani più forti della storia, capace di vincere il pallone d’oro africano, avesse giocato nella seconda serie della Germania dell’Est? Sembra assurdo ed invece… tutto vero.

Matteo Baltico
Amo il calcio e tutto ciò che concerne l'Est Europa, tanto che ho deciso di fondare questa pagina nel luglio del 2018. Amo parlare di questo tipo di calcio, ma adoro questo magnifico sport senza nè limiti e confini spaziando dal Laos sino a Cuba. Fin qua nulla di speciale, ma quanta gente conoscete che guarda il campionato kirghizo e tagiko? Ecco, ne avete trovato uno...
https://www.facebook.com/matteo.baltico.5?ref=bookmarks

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *